FANDOM


Dawin

Dawin, Umano, è stato il barone a capo del Baronato di Rewart, situato a Sud del Regno di Aergyll. Fin da giovane mostrò di possedere doti magiche, non sufficienti tuttavia a consentirgli di entrare a far parte dell'Ordine dei Luresindi. Iniziò quindi a studiare le arti magiche per contro proprio, appassionandosi soprattutto al campo della magia oscura e in particolare alla negromanzia. Con il passare degli anni, arrivò a studiarla con sempre maggior passione e impegno, al punto da richiedere spesso la visita nel suo castello di alchimisti, stregoni e indovini. Riuscì a procurarsi numerosi libri di negromanzia e infine decise di metterla in pratica, nonostante il tener fede al suo proposito lo portasse a trascurare sempre più i suoi doveri e a preoccuparsi sempre meno della sorte dei suoi sudditi, i cittadini di Rewart, chiudendosi nel suo castello in ostile isolamento. Dopo anni di studi e ricerche, riuscì a un certo punto ad aprire un portale magico che lo metteva in contatto con la parte oscura dell'Inframondo, da cui poteva evocare demoni e porli sotto il suo controllo.

Castello di Rewart

Il castello di Dawin.

Temendo che in qualche modo l'Impero venisse a sapere delle sue pratiche negromantiche, vietate dalle leggi imperiali, ordinò al suo sceriffo di reclutare un gruppo di mercenari affinché presidiassero il suo castello, così che nessuno potesse entrare, quindi fece bloccare tutte le comunicazioni della città di Rewart con l'esterno. Tuttavia, la sua magia era meno potente di quanto credeva, poiché alcuni demoni iniziarono a fuggire dalla sua magione e a uccidere i suoi sudditi senza che lui se ne accorgesse. A un certo punto, un mercante riuscì di nascosto a far arrivare un messaggio alle autorità imperiali, denunciando aggressioni e stragi da parte di mostri misteriosi. Considerandole come voci da verificare, l'Impero si rivolse agli Scout, che inviarono a Rewart Ian Aranill, in tale occasione accompagnato da Darya Faerille, donna originaria della cittadina. Dopo diverse indagini, Ian scoprì la verità e l'origine dei mostri e finì per affrontare Dawin. Lo scontro fu reso difficile da un incantesimo che Dawin aveva lanciato su se stesso, una magia che lo rendeva intangibile e invulnerabile. Ian riuscì a spezzare l'incantesimo e a sconfiggere il negromante, anche e soprattutto grazie all'aiuto dei demoni evocati dal barone, che si erano a lui ribellati. Al termine del combattimento, esausto e ferito, Dawin venne preso dai demoni e trascinato nel portale per l'Inframondo. La sua sorte è attualmente sconosciuta[1].

Note Modifica

  1. Dragonero 25, La porta sul buio, Sergio Bonelli Editore.

I Personaggi di Dragonero

Eroi

Ian Aranill - Gmor Burpen - Sera di Frondascura - Myrva Aranille - Alben

Alleati

Aithor Erondàr - Arpione - Arysa - Ayabar - Borge il Rosso - Briana - Darya Faerille - Elara Nomenille - Eliah - Eryana - Ewyan - Freya Maran - Gëzimtar - Herion Eukenill - Hur - Ige Ghenna - Jinza e Kyoden - Keyra - Khail Davenant - Klavert - Leheren - Loenia - Madama Leokinathia - Mahsēnā-Ādhēśa - Mimr - Morvana - Na' Weh - Nahim Erondàr - Radah' El Kremater - Raul Jarras - Rehka - Reykart - Roney - Sheda - Taisha - Vrill Ausofer - Vrlam Erondàr - Yannah - Yeraban Sarra - Yonhus - Zagor - Zhabèle

Nemici

Arianisha - Atrea - Caen - Dawin - Ecuba - Faccia d'osso - Jerom - Leario - Leto Jayss - Mose Devin - Nhugre - Oda - Oram Thais - Roogha - Saul Jeranas - Savyna - Xara - Zehfir

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale