FANDOM


Dragonero 37 - La reliquia perduta
Dragonero cover37
Pubblicato
8 Giugno 2016
Soggetto e Sceneggiatura
Copertina
Parte
1 di 1
Preceduto da
Seguito da

Dragonero 37 - Le lame nere è il trantasettesimo albo della serie a fumetti di Dragonero prodotta dalla Sergio Bonelli Editore. È stato pubblicato per la prima volta l'8 Giugno del 2016.

Il soggetto e la sceneggiatura sono stati scritti dall'autore Stefano Vietti, i disegni sono di Francesco Rizzato mentre la copertina è disegnata da Giuseppe Matteoni.

TramaModifica

Durante un viaggio in un luogo a nord-ovest dell'Awrasùhre, Ian e Gmor si fermano in una locanda dove incontrano Mos Travin, un loro vecchio amico. Mos un tempo lavorava per il padre di Ian ed era noto per essere un furfante dedito a piccoli furti e alle risse, tuttavia dopo esser uscito di prigione ha cambiato mentalità e adesso si guadagna da vivere guidando una diligenza, quindi trasportando persone da un capo all'altro dell'Erondàr. Nella locanda si trovano anche il suo allievo Umber e i suoi quattro passeggeri, cioé Neyla, una commerciante di gioielli, il magistrato Moldan con la nipote Aryn e Jerom, un novizio dei Monaci Destiniani. Mos è diretto a Merovia e chiede a Ian e Gmor di accompagnare la diligenza nel percorso. Ian capisce che Mos sta in realtà chiedendo loro di fare da scorta e accetta.

Partita la diligenza, il viaggio sembra inizialmente tranquillo, tuttavia viene interrotto in corrispondenza di un guado. A causa delle recenti piogge, il fiume è ingrossato e l'attraversamento del guado è molto rischioso. Ian propone di evitare il guado e di spostarsi in un altro punto del fiume, molto lontano, dove c'è un ponte sicuro. A queste parole Moldan si arrabbia, esclama di avere molta fretta e che non può permettersi un così grande ritardo, Mos gli dà ragione e si decide di tentare di attraversare il guado. Come temuto da Ian, l'attraversamento fallisce. Un grosso tronco trasportato dal fiume colpisce la carrozza e la fa ribaltare. I cavalli fuggono e molti passeggeri cadono nel fiume, venendo trasportati via dalla corrente. Anche Ian finisce nel fiume mentre tenta di salvarli. Gmor e la piccola Aryn invece sono rimasti sulla riva. A valle, dove la corrente è meno impetuosa, Ian riesce a salvare Moldan e Neyla, trascinandoli a riva. Dal bosco in breve tempo li raggiungono Gmor con la bambina e l'assistente di Mos, Mos stesso e Jerom. Grazie a una mappa in possesso di Jerom, Ian pianifica un percorso per raggiungere la Via imperiale e ritornare in luoghi conosciuti e sicuri.

Tutti si mettono in viaggio, seguendo Ian. A un certo punto la compagnia arriva in una vallata dall'aspetto sinistro, segnata sulla mappa di Jerom come una scorciatoia per la Via imperiale, e che si rivela infestata da strani uomini deformi, simili a Non morti ma più forti e aggressivi. I mostri si rivelano ben presto molto numerosi e il gruppo si dà alla fuga. Mos si dimostra troppo lento e viene ucciso dalle creature. Allora Neyla nota una strana struttura nella vallata, simile a una fortezza imperiale. Ian guida i fuggitivi nella sua direzione, raggiunta la fortezza però scopre che il portone è sbarrato dall'interno, allora ordina agli altri di fuggire nella foresta, mentre lui e Gmor cercano di creare un varco tra i mostri. Proprio mentre inizia a combattere, Jerom annuncia che il portone è in realtà aperto. Ian rimane molto sopreso, ma ordina comunque a tutti di rifugiarsi nella fortezza. Una volta che tutti sono entrati e che il portone è stato sbarrato, Ian li riunisce in una stanza e informa loro che, in base al simbolo al di sopra dello stesso portone, si trovano in un tempio segreto dei Luresindi. Bisogna cercare il passaggio segreto per la fuga, sempre presente in queste strutture. Ian parte alla sua ricerca nel tempio insieme a Neyla, mentre Gmor rimane a far la guardia a tutti gli altri, molto scossi. Giunti nella biblioteca, i due vengono attaccati da uno strano mostro volante, che Ian riconosce come uno spettro. Il mostro attacca inizialmente lo Scout, per poi cambiare idea e attaccare Neyla. Lo Spettro avvicina la propria bocca al volto di Neyla e le assorbe l'energia vitale, uccidendola, quindi fugge.

Ian ritorna subito dagli altri per avvertirli del grave pericolo dato dalla presenza dello Spettro e nota che Jerom è scomparso, allora capisce che Jerom non è chi dice di essere, probabilmente è stato lui ad aprire il portone ed a organizzare tutto quel viaggio sfortunato per qualche scopo ignoto. Ian decide di contattare Alben tramite i cristalli Lurelis. Il Luresindo, venuto a sapere di tutto quanto successo, spiega a Ian che si trova a Luren, un antico tempio-fortezza dei Luresindi abbandonato in seguito al danneggiamento della Reliquia che custodiva. Tale evento si era associato alla liberazione di una grande quantità di energia magica e costretto i Luresindi di Luren a fuggire. L'energia aveva trasformato i soldati imperiali del luogo in mostri non morti, in più un Luresindo si era immolato per trasformarsi in uno Spettro a perenne guardia della Reliquia, molto potente ma incapace di danneggiare Ian grazie al Sangue di drago che ha in corpo, per questo non lo aveva ucciso durante l'assalto nella biblioteca. Ian chiede ad Alben dove si trova il passaggio segreto per fuggire da Luren. Una volta saputolo, Ian ordina a Gmor di scortare Moldan, sua nipote e l'assistente di Mos lontano da Luren, tramite il passaggio segreto, mentre lui andrà ad affrontare Jerom nella sala della Reliquia. In tale luogo quindi, Ian incontra Jerom, che rivela di essere dotato di poteri magici. In passato non è stato ammesso nell'Ordine dei Luresindi, ha così deciso di accrescere i suoi poteri da solo, anche mettendo le mani su qualche potente reliquia magica. Informa Ian che lo Spettro non lo ha attaccato poiché lo ha riconosciuto come mago e che può persino dargli ordini. Subito ordina allo Spettro, lì presente, di cercare gli altri e ucciderli.

Inizia un cruento combattimento tra Jerom e Ian, in cui quest'ultimo sembra avere la peggio dato che i poteri di Jerom sono estremamente potenziati dalla Reliquia. In difficoltà, Ian lancia la sua spada contro la Reliquia, che viene danneggiata. Ciò richiama lo Spettro, che giunge in preda all'ira e accusa Jerom di non essere stato in grado di difendere la Reliquia. Lo Spettro aggredisce Jerom uccidendolo, ma Jerom prima di morire fa in tempo a trasferire molta energia magica sullo stesso Spettro, che viene distrutto. Senza più alcun pericolo, Ian raggiunge gli altri e con loro fugge da Luren. Ian informa i Luresindi di quanto accaduto, con la speranza che decidano di intervenire e rendere Luren un luogo sicuro. Dopo qualche tempo, a Luren un feticcio prende vita, raccoglie una collana con il simbolo dei Luresindi dal cadavere di Jerom e si ferma ad osservare la Reliquia[1].

Personaggi Modifica

  • Ian Aranill
  • Gmor Burpen
  • Jerom, mago non appartenente all'Ordine dei Luresindi Prima apparizione
  • Mos Travin, vecchio amico di Ian, con il suo allievo
  • Neyla, commerciante di gioielli
  • Moldan, un magistrato in viaggio con sua nipote Aryn

Luoghi Modifica

  • Campagne a nord-ovest dell'Awrasùhre
    • Locanda
    • Gola rocciosa nascosta
      • Luren, tempio-fortezza dei Luresindi

Note Modifica

  1. Dragonero 37, La reliquia perduta, Sergio Bonelli Editore.

Albi Serie regolare di Dragonero

2013

1. Il sangue del drago - 2. Il segreto degli alchimisti - 3. Gli impuri - 4. La fortezza oscura - 5. Il raduno degli scout - 6. Zanne e acciaio - 7. Nel regno di Zehfir

2014 8. Il fascino del male - 9 Il tocco che uccide - 10. Le fosse dei fargh - 11. La regina degli algenti - 12. Minaccia dal profondo - 13. Nato dalle fiamme - 14. Lo sguardo della bestia - 15. Intrighi a corte - 16. Discesa nell'inframondo - 17. Il trafficante di schiave - 18. Nelle terre dei ghoul - 19. Nessuna pietà umana
2015 20. Faccia d'osso - 21. Gli spettri del lago - 22. L'uomo delle foreste - 23. Sangue chiama sangue - 24. Attraverso l'Erondàr - 25. La porta sul buio - 26. L'orda dei non morti - 27. Gli artigli del cervo - 28. Cacciatori di kraken - 29. Il nido del draughen - 30. Il contagio - 31. L'agonia di Yastrad
2016 32. La tratta delle schiave - 33. L'ultima difesa - 34. Il ritorno di Zehfir - 35. I guardiani di Malagart - 36. Le lame nere - 37. La reliquia perduta - 38. Il castello della follia - 39. Tagliatrice crudele - 40. Racconti di viaggio - 41. Sentieri smarriti - 42. Il patto della strega - 43. L'orrore di Teoan
2017 44. Il dio cannibale - 45. Il signore degli impuri - 46. Nel cuore dell'impero - 47. Bambini perduti - 48. Le ali dell'Erondàr - 49. I sotterranei di Roccabruna - 50. La vendetta - 51. L'inferno senza luce - 52. Silenzio bianco - 53. La furia degli Algenti - 54. Uccisori di draghi
Racconti Serie regolare di Dragonero
11R. Il racconto della monaca - 14R. Il racconto del cacciatore - 16R. Il racconto della lupa - 23R. Il racconto della cacciatrice - 24R1. Il racconto di Briana - 24R2. Il racconto di Yannah - 29R. Il racconto di Sera - 47R. Due giorni a Baijadan - 49R. Il racconto dei cadetti - 53R. Il racconto di Ecuba

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.