FANDOM


Dragonero 38 - Il castello della follia
Dragonero cover38
Pubblicato
8 Luglio 2016
Soggetto e Sceneggiatura
Copertina
Parte
1 di 1
Preceduto da
Seguito da

Dragonero 38 - Il castello della follia è il trantottesimo albo della serie a fumetti di Dragonero prodotta dalla Sergio Bonelli Editore. È stato pubblicato per la prima volta l'8 Luglio del 2016.

Il soggetto e la sceneggiatura sono stato scritti dall'autore Stefano Vietti mentre i disegni e la copertina sono stati disegnati da Giuseppe Matteoni.

TramaModifica

A Ian e Khail viene affidata una missione da Vrill Ausofer in persona, cioè catturare Jahr Wesa, un ghoulin resosi responsabile della morte di alcuni mercanti del Sud, con lo scopo di rubare un oggetto che trasportavano. Durante il massacro, Wesa era stato fermato dalle guardie, mentre il suo complice era fuggito con l’oggetto misterioso. Rinchiuso nel carcere di Methasta, Wesa era subito fuggito grazie a un portale magico, ciò suggeriva che chi l’avesse ingaggiato fosse un potente mago. Secondo le ultime indagini, Wesa si stava dirigendo verso i Regni del Sud per recuperare l’oggetto in possesso del suo complice, secondo Ian allora il ladro può ancora essere intercettato nelle paludi di Malgha. Infatti, Ian e Khail lo trovano nelle paludi, nascosto in un presidio imperiale abbandonato, intento a parlare con un mago per mezzo di un cristallo Lurelis. Il mago sembra essere un Genio del Sud e si rivela con certezza come colui che ha ingaggiato Wesa. Il genio informa Wesa che il suo complice, Eshaim, ha raggiunto l’oasi di Elha, dove si trova la sua famiglia. Eshaim intende vendere l’oggetto rubato ai mercanti per poter pagare le cure a suo figlio, che sta male.

A un certo punto, il genio si accorge di Ian e Khail, che osservavano la scena, ed evoca contro di loro un wyrm, permettendo a Wesa di scappare. Ian e Khail fuggono, inseguiti dalla bestia. Usciti dal fortino, recuperano le spade e lo affrontano. Utilizzando il potere del catturadrago, Ian riesce a uccidere il wyrm, ma non prima che Khail venga ferito gravemente. Il wyrm ha infatti punto Khail con il suo pungiglione, avvelenandolo. Ian trasporta Khail in un vicino rifugio Scout, per cercare di curarlo. Khail sembra sul punto di morire, allora Ian decide di fargli bere il suo sangue, sperando che riveli proprietà curative, come le ha per lui, essendo in parte Sangue di drago. Khail migliora, ma Ian capisce che ha solo rallentato l’avvelenamento. Ha bisogno di un antidoto, di sicuro in possesso del genio che ha evocato il wyrm, e quindi di completare la missione prima che Khail muoia. Chiede l’aiuto di Alben per essere teletrasportato nell’oasi di Elha, dove è diretto Wesa. La magia della dislocazione può essere effettuata solo se il viaggiatore è già stato nel luogo che intende raggiungere, Ian ha già visitato in passato l’oasi di Elha e intende sfruttare questa fortuna. Raggiunta l’oasi di Elha, Ian scopre di essere arrivato tardi. Wesa ci è già passato, ha ucciso la moglie di Eshaim e recuperato l’oggetto misterioso. Tuttavia Eshaim e suo figlio sono ancora vivi. Sconvolto per quanto successo, Eshaim rivela a Ian che l’oggetto rubato corrisponde a un globo dagli strani poteri, in più non conosce l’identità del genio che lo ha ingaggiato, ma sa che vive in un luogo nascosto nelle montagne del Margondár, chiamato il Morto castello. Wesa ha sicuramente raggiunto l’oasi di Elha tramite un portale, essendo riuscito a sfuggire alle sentinelle sparse in tutto il tragitto che avrebbe dovuto percorrere. Forse il portale è ancora aperto, in tal caso potrebbe portare al Morto castello.

Ian segue le indicazioni di Eshaim e trova il portale, lo attraversa e si ritrova proprio nel Morto castello, dove Wesa lo sfida a duello. Dopo un duro scontro, Ian riesce a uccidere Wesa, quindi esplora il castello alla ricerca del genio, fino a che non lo trova in una stanza segreta, davanti a una bara contenente il cadavere di una donna. Il genio confessa che il cadavere è sua moglie Malva, da quando è morta uccisa da una malattia non ha fatto altro che cercare il Globo delle anime per tentare di riportarla in vita. L’oggetto rubato da Wesa e da Eshaim è infatti il Globo delle anime, un antico artefatto in grado di aprire un contatto con il mondo dei morti. Il genio non intende rinunciare al suo progetto, ma Ian non intende ostacolarlo. Lo scout dice che lo lascerà stare se in cambio avrà l’antidoto per il veleno del wyrm e un rapido trasporto magico nelle paludi di Malgha. Il genio accetta. Ian riesce a raggiungere il rifugio Scout dove si trova Khail appena in tempo per salvarlo, facendogli assumere l’antidoto.

Tempo dopo, Alben incontra Ian in una locanda e lo informa di essere davvero deluso per come ha gestito la missione. Il Globo delle anime è ancora in possesso del genio del Morto Castello, in più l’assunzione da parte di Khail del sangue di Ian, di cui lo scout lo ha informato, potrebbe avere sul suo corpo conseguenze inaspettate. Non solo, alcuni Luresindi sensitivi hanno percepito nella Terra dei draghi una magia di resurrezione. In base alle informazioni disponibili, l’incantesimo potrebbe essere stato compiuto da Savyna per riportare in vita Saul Jeranas, grazie alla Pietra del Buio. Tutto ciò preoccupa molto i Luresindi e anche Ian, che si allontana dalla locanda pensieroso[1].

Personaggi Modifica

  • Ian Aranill
  • Khail Davenant
  • Alben
  • Genio del Morto Castello Prima apparizione
  • Jahr Wesa, predone e assassino
  • Eshaim, complice di Jahr Wesa Prima apparizione
  • Mercenari Kreisi

Luoghi Modifica

  • Margondár
    • Paludi di Malgha
      • Presidio imperiale abbandonato
      • Rifugio Scout
    • Morto castello
  • Regni del Sud
    • Locanda delle prime sabbie
    • Oasi di Elha

Curiosità Modifica

  • La storia dell'albo ha una continuazione diretta nell'albo speciale 3 "Il globo delle anime", in cui viene rivelato il destino del Genio e il recupero del globo da parte dei Luresindi.

Note Modifica

  1. Dragonero 38, Il castello della follia, Sergio Bonelli Editore.

Albi Serie regolare di Dragonero

2013

1. Il sangue del drago - 2. Il segreto degli alchimisti - 3. Gli impuri - 4. La fortezza oscura - 5. Il raduno degli scout - 6. Zanne e acciaio - 7. Nel regno di Zehfir

2014 8. Il fascino del male - 9 Il tocco che uccide - 10. Le fosse dei fargh - 11. La regina degli algenti - 12. Minaccia dal profondo - 13. Nato dalle fiamme - 14. Lo sguardo della bestia - 15. Intrighi a corte - 16. Discesa nell'inframondo - 17. Il trafficante di schiave - 18. Nelle terre dei ghoul - 19. Nessuna pietà umana
2015 20. Faccia d'osso - 21. Gli spettri del lago - 22. L'uomo delle foreste - 23. Sangue chiama sangue - 24. Attraverso l'Erondàr - 25. La porta sul buio - 26. L'orda dei non morti - 27. Gli artigli del cervo - 28. Cacciatori di kraken - 29. Il nido del draughen - 30. Il contagio - 31. L'agonia di Yastrad
2016 32. La tratta delle schiave - 33. L'ultima difesa - 34. Il ritorno di Zehfir - 35. I guardiani di Malagart - 36. Le lame nere - 37. La reliquia perduta - 38. Il castello della follia - 39. Tagliatrice crudele - 40. Racconti di viaggio - 41. Sentieri smarriti - 42. Il patto della strega - 43. L'orrore di Teoan
2017 44. Il dio cannibale - 45. Il signore degli impuri - 46. Nel cuore dell'impero - 47. Bambini perduti - 48. Le ali dell'Erondàr - 49. I sotterranei di Roccabruna - 50. La vendetta - 51. L'inferno senza luce - 52. Silenzio bianco - 53. La furia degli Algenti - 54. Uccisori di draghi
Racconti Serie regolare di Dragonero
11R. Il racconto della monaca - 14R. Il racconto del cacciatore - 16R. Il racconto della lupa - 23R. Il racconto della cacciatrice - 24R1. Il racconto di Briana - 24R2. Il racconto di Yannah - 29R. Il racconto di Sera - 47R. Due giorni a Baijadan - 49R. Il racconto dei cadetti - 53R. Il racconto di Ecuba

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.