FANDOM


Dragonero 46 - Nel cuore dell'impero
Dragonero cover46
Pubblicato
9 Marzo 2017
Soggetto e Sceneggiatura
Copertina
Parte
1 di 1
Preceduto da
Seguito da

Dragonero 46 - Nel cuore dell'impero è il quarantaseiesimo albo della serie a fumetti di Dragonero prodotta dalla Sergio Bonelli Editore. È stato pubblicato per la prima volta il 9 Marzo del 2017.

Il soggetto e la sceneggiatura sono stati scritti dall'autore Stefano Vietti, i disegni sono di Giuseppe De Luca mentre la copertina è disegnata da Giuseppe Matteoni.

La storia contenuta in questo albo è stata più volte definita dall'autore di Dragonero, Stefano Vietti, come un vero e proprio "giro di boa" per l'intera serie, a causa delle sue ripercussioni su numerosi personaggi e sul mondo di Dragonero in generale.

TramaModifica

Ian Aranill si appresta a riposarsi nella sua casa a Solian, quando improvvisamente compare un varco magico da cui fuoriesce Alben. Il luresindo sembra molto allarmato è chiede a Ian di seguirlo subito all'interno del portale, che li porterà nel palazzo imperiale. Infatti, qualcosa di molto grave sta accadendo in quel luogo. Ian accetta e insieme ad Alben si ritrova nel magazzini del palazzo. Il luresindo lo informa che il palazzo imperiale è attaccato da invasori, che stanno evocando in continuazione mostri e nemici al suo interno.

I due si dirigono verso la Sala dei luresindi e durante il tragitto sono attaccati da delle arpie. Avuta ragione dei nemici, Ian e Alben raggiungono la sala, qui lo Scout fa la conoscenza di diversi altri luresindi, cioè Shama, Mantur, Druma e Nadyr. Proprio Nadyr dà a Ian maggiori informazioni su quello che sta succedendo. Ebbene, il palazzo imperiale è stato disseminato di denhir, oggetti magici in grado di creare portali tra un luogo e un altro. Tramite questi portali i nemici stanno portando numerosi mostri nel palazzo, questi nemici corrispondono alle Regine Nere. Dopo un lungo chiarimento, Ian nota che gli invasori non stanno concentrando le loro forze sulla famiglia imperiale, che intanto è stata messa al sicuro. Ciò potrebbe significare che l'attacco dei mostri sia solo un diversivo e che lo scopo delle Regine Nere non sia uccidere i regnanti. A queste parole Alben risponde che potrebbe aver capito il reale obiettivo delle Regine Nere, ordina quindi a Ian di seguirlo in un luogo segreto, dove capirà anche lui. Nel tragitto vengono attaccati da un Troll di foresta, fuoriuscito da un portale. Lo scontro è arduo e la sconfitta sembra prossima, ma tutto si risolve con la comparsa di Sera e Gmor, che prestano il loro aiuto. I due amici erano entrati nel portale comparso nella stanza di Ian prima che si chiudesse del tutto, essendosi accorta Sera della sua apparizione a causa della luce che emanava.

A un certo punto, Alben informa Sera e Gmor che solo Ian potrà seguirlo nel luogo in cui è diretto, poiché in esso si trova un segreto che è dato conoscere solo a pochi. Pur a malincuore, Ian lascia i suoi amici e segue Alben all'interno di un sotterraneo. Dopo alcuni passi, vengono a trovarsi davanti a un combattimento, uno strano uomo con il corpo del tutto ricoperto da simboli tatuati si sta difendendo da degli aggressori. Questi corrispondono a donne in armatura e si rivelano essere uno squadrone di Regine Nere. I nemici vengono rapidamente uccisi e quando tutto si calma Ian chiede all'uomo di rivelare la sua identità. Compare allora Vrill Ausofer, che lo informa di avere davanti Vrlam Erondàr, il primo imperatore. Ian si inginocchia e chiede perdono per la sua insolenza, ma chiede anche come Vrlam possa essere ancora vivo. Lo stesso Vrlam gli racconta quindi di riuscire a mantenersi in vita grazie a patti arcani stretti in passato e alla sua vasca vitale, nelle cui acque è sempre immerso. In segreto, grazie al servizio di uomini fidati, ha governato e influenzato le sorti dell'Erondàr per secoli. Nemmeno la famiglia imperiale sa della sua esistenza. Al termine di questo discorso, la vasca vitale, situata in quella stessa stanza, inizia a svuotarsi dell'acqua che contiene e da essa esce fuori una soldatessa delle Regine Nere, tenendo in mano un frammento della Pietra dei Draghi, e per l'esattezza il frammento appartenente agli Umani, chiamato Pietra del Sangue. La soldatessa ha sfruttato la battaglia per compiere il furto di soppiatto, velocemente apre un portale e si getta in esso. Ian e Alben la seguono all'istante, dopo che l'imperatore ha loro ordinato di recuperare la pietra.

Dopo un difficile inseguimento, raggiungono la soldatessa in una radura circondata da monoliti, trovandosi davanti numerosi altri nemici e persino una delle Regine Nere in persona. Infatti, le Regine Nere sono governate da tra regine, cioè la regina madre e le sue due figlie gemelle. Nella radura sembra trovarsi una delle figlie. Inizia un lungo e cruento combattimento, che tuttavia si conclude con la fuga delle regina su un nuvolante, con in mano la Pietra del Sangue. Alben non è riuscito a usare la sua magia con efficacia a causa dell'influenza nefasta di un'energia mistica emessa dai monoliti. Durante la battaglia, Ian ha toccato la Pietra del Sangue e ha avuto una visione, in grado di spiegargli l'odio delle Regine Nere per l'Impero. In quella visione ha visto il primo imperatore attaccare con il suo esercito le Regine Nere in fuga, quando stavano abbandonando l'Erondàr, nel passato. Per prevenire il loro ritorno nel futuro, Vrlam ha tentato un genocidio, ma non è riuscito nel suo intento e adesso le Regine Nere sono tornate, desiderando una giusta vendetta.

Trascorsi alcuni giorni, Ian viene a sapere che anche i frammenti della Pietra del Sangue situati uno a Gemhalàt e un'altro a Frondascura sono stati rubati dalle Regine Nere. In più, Vrill Ausofer gli fa una sconcertante rivelazione. Sua madre, la botanica Elara Nomenille, in realtà è da sempre il suo più fidato agente segreto e al momento, a causa di una missione che le è stata affidata, probabilmente è prigioniera delle Regine Nere.

Come ricompensa del ruolo svolto nella difesa del palazzo imperiale, l'imperatore Aithor Erondàr eleva Ian al grado di colonnello, concede a Gmor il ruolo di Scout imperiale e nomina Sera Ambasciatrice imperiale presso le popolazioni elfiche. Tristi e preoccupati per il futuro, i tre amici ritornano a Solian[1].

Personaggi Modifica

Luoghi Modifica

Curiosità Modifica

  • Il numero 46 è stato il primo albo della serie regolare di Dragonero ad essere pubblicato con una copertina variant, la quale è stata distribuita a Milano in occasione di Cartoomics 2017. La copertina è stata disegnata da Giancarlo Olivares e colorata da Paolo Francescutto, è stata inoltrata stampata con tecniche particolari capace di dare effetti "rilievo". All'interno di questa edizione è possibile inoltre trovare un poster che riproduce in grande formato la copertina stessa[2].
    Dragonero variant1 cover46

Note Modifica

  1. Dragonero 46, Nel cuore dell'impero, Sergio Bonelli Editore.
  2. Cartoomics 2017.

Albi Serie regolare di Dragonero

2013

1. Il sangue del drago - 2. Il segreto degli alchimisti - 3. Gli impuri - 4. La fortezza oscura - 5. Il raduno degli scout - 6. Zanne e acciaio - 7. Nel regno di Zehfir

2014 8. Il fascino del male - 9 Il tocco che uccide - 10. Le fosse dei fargh - 11. La regina degli algenti - 12. Minaccia dal profondo - 13. Nato dalle fiamme - 14. Lo sguardo della bestia - 15. Intrighi a corte - 16. Discesa nell'inframondo - 17. Il trafficante di schiave - 18. Nelle terre dei ghoul - 19. Nessuna pietà umana
2015 20. Faccia d'osso - 21. Gli spettri del lago - 22. L'uomo delle foreste - 23. Sangue chiama sangue - 24. Attraverso l'Erondàr - 25. La porta sul buio - 26. L'orda dei non morti - 27. Gli artigli del cervo - 28. Cacciatori di kraken - 29. Il nido del draughen - 30. Il contagio - 31. L'agonia di Yastrad
2016 32. La tratta delle schiave - 33. L'ultima difesa - 34. Il ritorno di Zehfir - 35. I guardiani di Malagart - 36. Le lame nere - 37. La reliquia perduta - 38. Il castello della follia - 39. Tagliatrice crudele - 40. Racconti di viaggio - 41. Sentieri smarriti - 42. Il patto della strega - 43. L'orrore di Teoan
2017 44. Il dio cannibale - 45. Il signore degli impuri - 46. Nel cuore dell'impero - 47. Bambini perduti - 48. Le ali dell'Erondàr - 49. I sotterranei di Roccabruna - 50. La vendetta - 51. L'inferno senza luce - 52. Silenzio bianco - 53. La furia degli Algenti - 54. Uccisori di draghi
Racconti Serie regolare di Dragonero
11R. Il racconto della monaca - 14R. Il racconto del cacciatore - 16R. Il racconto della lupa - 23R. Il racconto della cacciatrice - 24R1. Il racconto di Briana - 24R2. Il racconto di Yannah - 29R. Il racconto di Sera - 47R. Due giorni a Baijadan - 49R. Il racconto dei cadetti - 53R. Il racconto di Ecuba

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.