FANDOM


Pagina Extra.gif Attenzione! Questa è una pagina EXTRA!

"Medicina erondariana" è un articolo indicato come Extra, perché scritto in gran parte con informazioni ricavate da fonti "esterne" al mondo narrativo di Dragonero. Buona lettura!

Medicina benandante.jpg

Nel mondo di Dragonero, la Medicina si esplica attraversa diverse forme, condizionate dall'idea che i popoli e le comunità hanno di essa e del concetto di malattia. Per gli Umani dell'Erondàr, tale concetto è a sua volta figlio della cultura religiosa vigente, il Khame Morhea. Secondo la religione dei Khame, a sua volta evoluzione dell'antico sciamanesimo tribale, ogni cosa in natura possiede uno spirito e un'anima e non esiste soluzione di continuità tra il mondo degli spiriti e quello degli esseri umani, questo vuol dire che storia umana e storia divina coincidono, e che quindi, in pratica, il mondo degli Spiriti (o Dei) è sentito come causale rispetto a quello empirico degli uomini. Ne deriva che la malattia e i malanni sono sentiti come manifestazione di qualcosa di soprannaturale, la conseguenza di una colpa che ha suscitato la collera dei Khame, che pertanto è necessario propiziarsi tramite opportuni riti e preghiere.

Se la malattia è il sintomo di un'offesa al divino, ne conseguirà che essa potrà essere curata solo da chi è ritenuto in grado di interpretare la sua volontà, tramite una conoscenza che è illuminazione non "guadagnata" ma "concessa" a pochi eletti. Questa è la medicina tradizionale, che è quindi un sapere iniziatico, di casta o di gilda, cioè dei "sacerdoti". La medicina sacerdotale è quindi una medicina sapienzale, di natura magico - esorcizzante, perché si esprime tramite la sapienza, cioè la conoscenza di ciò che è stato, di ciò che è, di ciò che sarà, per qualità divinatoria permessa per grazia dei Khame.

Questa visione della realtà, soprattutto all'interno delle piccole comunità contadine, ha sempre favorito il proliferare di "antichi malefici" che periodicamente dovrebbero giungere a punire persone e animali a meno che non si accettino e pratichino tutti i riti necessari per allontanarli, e ha conferito grande potere ai sacerdoti, guide di un percorso di salute fisica e spirituale che abbraccia l'intera collettività.

Cerusici lame.jpg

I Cerusici non si separono mai dai ferri del mestiere.

Con il passare del tempo, e con il progredire delle società e delle conoscenze, si è andata via via sviluppando un diverso tipo di medicina, intesa non più come sapienza rivelata, ma come facoltà appresa, conoscitiva e operativa, fondata sulla tecnica e coltivata attraverso l'insegnamento - apprendimento fra maestro e allievo e attraverso il dialogo fra medico e paziente. Questo tipo di medicina è quindi "laica", fondata sulla ricerca scientifica e su un principio di causalità delle malattie che perlopiù esclude l'intervento degli spiriti, pur in un mondo in cui è certa l'esistenza di forze magiche e oscure di difficile comprensione. La medicina laica è quindi una medicina scientifica, di natura empirico - tecnica, che si esprime tramite la manualità del medico, e di cui i principali esponenti sono i Cerusici, studiosi dell'Accademia imperiale di medicina di Vàhlendàrt e non a caso attivi principalmente in questa città, data l'ostilità che, comprensibilmente, spesso rivolge loro la popolazione rurale.

In una via di mezzo tra i sacerdoti e i cerusici stanno i medici itineranti, nei cui confronti l'uomo comune è più ben disposto. Tali medici, rappresentati principalmente dai Benandanti, generalmente viaggiano con l'unico scopo di portare sollievo ove serve, senza trarne compenso, e utilizzano metodi di cura più in armonia con la natura, essendo sì in parte cerusici (nel senso di agire tramite tecnica, operando con mano e strumenti, apprendendo tramite studio ed esperienza), ma anche erboristi e, nel loro piccolo, sciamani.

Sacerdoti, Cerusici e Benandanti rappresentano le espressioni principali della medicina nel mondo di Dragonero, ma ovviamente esistono numerose vie di mezzo, guaritori, curatori, altre concezioni e altre tecniche di cura in altri luoghi e in altre razze, misteri legate alla magia e a poteri particolari, come ad esempio quelli di Leario, e così via[1].

Note Modifica

  1. Dragonero 21, Gli spettri del lago, Sergio Bonelli Editore.

Politica e Cultura

Politica e Cultura

Cacciatori di kraken - Canto degli Scout - Cavalcatori del Vento - Cintura delle Tempeste Perenni - Cocozza Colossa - Costellazione del Nibbio - Enclave dei Grandi Laghi - Enclave della Montagna - Erondàr - Federazione delle Città libere - Festa delle Contrade - Gioco del pallone col bracciale - Grande Divieto - Grande Vuoto - Guerre dei Fuochi - Khame Morhea - Lame Erranti - Massacro della Quinta Luna - Medicina erondariana - Popolo delle Rupi - Regni Meridionali - Rito dei tamburi di ossa - Rito del Possesso - Rito della Prima Luce - Rito dello Sposalizio Celeste - Sposi Celesti - Zaghari

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale