FANDOM


Dawin

Dawin, un pericoloso negromante.

I Negromanti sono individui dotati di poteri magici specializzati nella pratica della magia oscura.

I poteri dei negromanti possono avere varia origine. Alcuni li ottengono grazie ad un patto con gli Abominii, altri tramite lo studio e la ricerca di dominio sui misteri dell'Inframondo. L'elemento che accomuna i vari tipi di negromante è rappresentato dalle facoltà "evocative" e dal fatto di stringere un rapporto diretto con entità oscure, risultato che generalmente si ottiene tramite conoscenze arcane e lo studio di libri di negromanzia.

La negromanzia e la lettura dei libri su tale argomento, come il Nhùgra Morhea[1], sono vietate dalle leggi imperiali e consentite solo in casi eccezionali a individui specializzati, come i Luresindi, maghi che in generale rappresentano la risorsa migliore nella lotta agli stregoni. Per questo motivo, lo studio e la pratica della magia oscura sono effettuati in segreto da chi ne è interessato e con grande dispendio di risorse, è quindi ovvio che di per sé la negromanzia non è una forma di magia alla portata di chiunque, anche se dotato di poteri magici. Tuttavia, essa rappresenta una forma di conoscenza ricercata e desiderata in quanto si accompagna a promesse di potere e dominio, grazie alla notevole potenza di cui essa è dotata e alle possibilità che offre (basti pensare alla capacità di allungare la propria vita ed evocare eserciti di servitori), anche se il negromante fa questo accettando di pagare prezzi e sacrifici di vario tipo, anche col rischio di morire.

Covo negromante

Covo di un negromante. In fondo, un portale.

La magia dei negromanti fa spesso ricorso a segni e simboli oscuri che essi tracciano sul pavimento e sulla mura del luogo in cui si trovano. In genere essi sono in rapporto diretto, tramite portali di vario tipo e forme, con "altri mondi", come il mondo degli Abominii o l'Inframondo, da cui ricavano i loro poteri e da cui "evocano" esseri e creature, che possono porsi al loro servizio o meno. Questo tipo di magia, come le creature con essa evocate, è sensibile solo ad altra magia e alle armi incantate, soprattutto con Sangue di drago[2][3][4].

Note Modifica

  1. Dragonero 42, Il patto della strega, Sergio Bonelli Editore.
  2. Dragonero, Romanzo a fumetti (Giugno 2007), Sergio Bonelli Editore.
  3. Dragonero 7, Nel regno di Zehfir, Sergio Bonelli Editore.
  4. Dragonero 25, La porta sul buio, Sergio Bonelli Editore.

Corpi militari, Gilde e Ordini di Dragonero

Corpi militari

Cacciatori imperiali - Cavalieri Candaryani - Dragonieri imperiali - Esercito imperiale - Fanteria imperiale - Guardia cittadina - Guardia Rossa del Vallo - Guardiacaccia imperiali - Guardiani del Buio - Guardiani di sangue - Incursori imperiali - La Cura - Madri guardiane - Magistratura del mare - Magistratura forestale - Messaggeri imperiali - Pirokỳrii - Scout imperiali - Varliedarto

Gilde e Ordini

Benandanti - Bestiarii - Cenobiti Jikima - Cerusici - Chierici - Eleusi - Genii - Gilda dei Mercanti - Gilda delle Lame Nere - Impuri - Luresindi - Mappatori - Monaci Destiniani - Naturalisti imperiali - Negromanti - Ordine delle cacciatrici - Pirati - Reietti - Sindacato dei Nani minatori - Streghe - Stregoni - Tecnocrati

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale