FANDOM


Roccabruna città.jpg

La città di Roccabruna e, al centro del lago, l'Accademia dei Dragonieri imperiali.

Roccabruna è la città dell'Impero sede dell'Accademia dei Dragonieri imperiali, dove vengono allevate le Viverne e addestrati i cadetti che le cavalcheranno a diventare Dragonieri imperiali[1].

I Dragonieri Imperiali sono ufficiali dell'Impero Erondariano, addestrati al volo con le Viverne, potenti bestie alate dotate di due ali portanti principali, chiamate “braccia alate”, e due più piccole che si sviluppano direttamente dalle zampe artigliate. Le Viverne rappresentano la forza militare volante dell'Impero e sono usati sia in battaglia che in servizi di pattugliamento nei cieli di Vàhlendàrt[2]. Solo i migliori tra di loro entrano a far parte della Guardia scelta del Palazzo imperiale, infatti solcare il cielo sopra la capitale è privilegio di pochi[3].

Roccabruna sorge sul margine di un lago le cui acque precipitano in una profonda fossa situata nella sua zona centrale, da questa fossa fuoriesce un'imponente rocca su cui si trova l'Accademia dei Dragonieri imperiali. Il lago ha un unico fiume immissario, che scende dal Suprelùrendàr, mentre le acque che cadono nella fossa, formando una spettacolare cascata, sono assorbite nelle viscere della terra. Secondo una leggenda diffusa tra gli abitanti di Roccabruna, le acque del lago finirebbero invece per alimentare il Mondo capovolto, una terra nascosta e sotterranea[1].

L'Accademia dei Dragonieri imperiali Modifica

Roccabruna è una delle più importanti e famose città dell'Impero erondariano poiché è sede dell'Accademia dei Dragonieri imperiali. Sono necessari mesi di addestramento nell'Accademia, l'unica scuola di volo di tutto l'Impero, per poter diventare Dragoniere[4].

Roccabruna Madri.jpg

Un Custode si prende cura di una Madre addormentata.

L'Accademia è l'unico luogo dove le Viverne possono essere allevate e addestrate, infatti le viverne sono animali artificiali, che nascono dalla fecondazione con seme di sauro volante delle uova prodotte da giganteschi draghi piumati, le Madri, tenute intrappolate e sedate all'interno della stessa Accademia. Le Madri vengono mantenute addormentare e perennemente in estro tramite effluvi, la loro cura è funzione dei Custodi, mentre le Chiocce sono responsabili della schiusa delle uova e dell'allevamento dei piccoli, fino a quando non raggiungono l'età in cui sono affidati agli Ammaestratori. Le viverne ammaestrate sono distinte nei Muli e nelle Feroci. I Muli sono le viverne di sesso maschile, docili e pazienti, usati solo per l'addestramento dei cadetti, mentre le Feroci sono le femmine, dal carattere difficile, destinate a diventare le cavalcature dei Dragonieri. Tutte le viverne sono sterili.

L'Accademia è guidata dai Patrizi, distinti in tre ordini principali, cioè i Maestri accademici, i Maestri addestratori e i Maestri allevatori. I Maestri accademici si occupano dell'educazione dei cadetti, i Maestri addestratori trasformano le viverne in armi da battaglia e i Maestri Allevatori sono a capo dei Custodi e delle Chiocce[1].

I Custodi Modifica

Thauras maestro allevatore.jpg

Il Maestro allevatore Thauras.

I Custodi agiscono nell'Accademia dei Dragonieri imperiali per proteggere le Madri, preservare la loro salute e mantenerle sedate e in estro, affinché producano le uova. Le Madri vengono sedate tramite vapori, responsabili nei Custodi della caduta di peli e capelli. I vapori sono anche fortemente dannosi per gli occhi, per evitare di diventare ciechi i Custodi fanno quindi uso dell'Acqua acida, una sostanza che permette loro di mantenere la vista, ma che rende le loro iridi incolori e i loro occhi incapaci di sopportare la luce a lungo. I Custodi rimuovono dalle Madri i parassiti che occasionalmente le infestano e curano le loro piaghe da decubito, in più raccolgono il loro guano, poi rivenduto a caro prezzo agli alchimisti e ai farmacisti di Roccabruna.

I Custodi sono organizzati come un vero e proprio ordine sacerdotale, venerano le Madri e considerano il prendersene cura una missione. Alcuni di essi sviluppano la capacità di percepire il Canto dei draghi, un misterioso suono originato dalle Madri e dalle loro uova. Sono soliti tatuarsi dei draghi sulla pelle e si mantengono in un'ottima forma fisica, addestrandosi nelle arti marziali e risultando così poderosi combattenti.

Attualmente, il Maestro allevatore di grado più elevato è Thauras, alla guida di Custodi e Chiocce[1].

I Giochi Marziali Modifica

Al termine di ogni anno accademico a Roccabruna si tengono i Giochi Marziali, una serie di gare e attività in cui competono tra di loro le varie contrade cittadine. La contrada che risulta vincitrice al termine dei giochi godrà di numerosi benefici economici nelle transazioni dell'anno a venire, per questa ragione i cittadini pur di far vincere la contrada di appartenenza tendono spesso a indebitarsi, allo scopo di assoldare il Dragoniere migliore. Infatti, nei Giochi Marziali non partecipano i cittadini, ma i Dragonieri dell'Accademia, pagati dalle varie contrade per rappresentarle e garantire loro la vittoria, in gare in cui l'abilità nel volo e nel controllo della propria Viverna risulta sempre determinante[1].

Note Modifica

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 Dragonero 48, Le ali dell'Erondàr, Sergio Bonelli Editore.
  2. Dragonero 14, Lo sguardo della bestia, Sergio Bonelli Editore.
  3. Dragonero 28, Cacciatori di kraken, Sergio Bonelli Editore.
  4. Dragonero 29, Il nido del draughen, Sergio Bonelli Editore.

I Luoghi di Dragonero

Regni e Domini

Enclave dei Grandi Laghi - Enclave della Montagna - Erondàr - Federazione delle Città libere - Principato di Samyria - Regno di Aergyll - Regno di Lehorian - Regno di Raghnar

Città

Città dei Morti - Frondascura - Grande Vallo - Roccabruna - Skarkhel - Solian - Vàhlendàrt - Vetwadàrt

Località

Cintura delle Tempeste Perenni - Foresta Vecchia - Il Burlone - Lame Erranti - Piana delle Ossa - Popolo delle Rupi - Rathûn-Kun - Tana del gigante - Tectuendàrt - Varliendàr - Vhâcondàr - Valle delle teste

Isole e mari

Arcipelago di Milliailhe - Awrasùhre - Isola degli Orchi - Isola Orfana - Isole volanti

Luoghi speciali

Casa di Ian Aranill - Cimitero Elfico - Il Cinghiale Basito - Vetusmea - Viturmanse

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale