FANDOM


Vetusmea

Vetusmea è una grande e famigerata prigione imperiale, scavata dentro un promontorio sulla costa meridionale del Mare della Brezza, sede un tempo dell'antica, omonima, miniera di carbone dei Nani. Il suo nome significa infatti "vecchia miniera".

Tale prigione ha la caratteristica di essere totalmente gestita dai detenuti, senza ingerenze esterne, dal momento che chiunque vi entri deve scontare una condanna a vita. Le guardie non possono accedere all'interno del carcere e si limitano a presidiarne il perimetro, insieme alle forze aeree e navali della Marina Militare[1].

Gli abitanti di Vetusmea le hanno dato un altro nome, cioè Mormânthul, che significa "Sepolcro".

A Vetusmea, il trascorrere del tempo è misurato tramite il "vecchio soffione", una sorgente termale che emette rumorosi sbuffi di vapore a intervalli molto regolari.

Il principale passatempo per i prigionieri consiste nell'assistere agli scontri nello Scannatoio, un'arena in cui frequentemente gli individui più deboli vengono uccisi da feroci gladiatori e dati in pasto a Tigri di mare[2].

La Gilda delle Lame Nere Modifica

All'interno di Vetusmea si è creata una società brutale dominata dalla Gilda delle Lame Nere, che proprio nella prigione ha la sua base. La Gilda ha il monopolio della scarsa acqua potabile, così che tutti le obbediscono, e occasionalmente organizza dei massacri nei vari distretti in cui è suddivisa la prigione. Esattamente, nel distretto scelto vengono chiuse tutte le uscite e distribuite alcune armi, quindi viene ordinato ai presenti di uccidersi a vicenda. Solo quando il numero di sopravvissuti diventa uguale alle armi distribuite al massacro viene posto fine. Tramite questo metodo, la Gilda non solo controlla la popolazione della prigione ma seleziona anche gli individui migliori da far entrare nei suoi ranghi, come nuovi sicari. Attualmente, i vertici della Gilda sono stati decapitati e la sua posizione di comando è messa in dubbio.

Note Modifica

  1. Dragonero 36, Le lame nere, Sergio Bonelli Editore.
  2. Dragonero 51, L'inferno senza luce, Sergio Bonelli Editore.

I Luoghi di Dragonero

Regni e Domini

Enclave dei Grandi Laghi - Enclave della Montagna - Erondàr - Federazione delle Città libere - Principato di Samyria - Regno di Aergyll - Regno di Lehorian - Regno di Raghnar

Città

Città dei Morti - Frondascura - Grande Vallo - Roccabruna - Skarkhel - Solian - Vàhlendàrt - Vetwadàrt

Località

Cintura delle Tempeste Perenni - Foresta Vecchia - Il Burlone - Lame Erranti - Piana delle Ossa - Popolo delle Rupi - Rathûn-Kun - Tana del gigante - Tectuendàrt - Varliendàr - Vhâcondàr - Valle delle teste

Isole e mari

Arcipelago di Milliailhe - Awrasùhre - Isola degli Orchi - Isola Orfana - Isole volanti

Luoghi speciali

Casa di Ian Aranill - Cimitero Elfico - Il Cinghiale Basito - Vetusmea - Viturmanse

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.