FANDOM


Xara busto.jpg

La Signora nera.

Xara era una Tecnocrate, Umana, primo vero amore di Ian Aranill. Insieme a Ian e a Khail partecipò a una spedizione imperiale nel Regno del Margravio Moravik, nell’807 secondo il Calendario erondariano, per studiare l’efficacia di una nuova arma costruita dai laboratori del Margravio, il Fango pirico, durante le Guerre dei Fuochi. Il Fango pirico si dimostrò un’arma estremamente potente e terribile. Ian e Khail decisero che la sua produzione doveva essere interrotta, Xara invece riteneva che sarebbe stato meglio ottenere le formule per la sua sintesi. Infatti, il Fango pirico poteva avere enormi applicazioni non belliche e per la Gilda dei Tecnocrati sarebbe stata un’ottima conquista. Durante l’infiltrazione nel laboratorio in cui veniva prodotto il Fango pirico, Xara riuscì a rubare le formule, ma in seguito a un’esplosione, venne gravemente ferita e separata dai suoi compagni. La scomparsa di Xara turbò profondamente Ian, poiché la amava.

Tuttavia, Xara non era morta. Venne salvata da Atrea, un’Elfa Nera, che la sottopose per anni a cure vegetali fino a che non la guarì completamente. A questo punto, Atrea, obbedendo agli Spiriti Malevoli che la possedevano, riuscì a manipolare Xara, convincendola a innescare un’altra guerra tra Orchi e Umani, una guerra che non avrebbe mai dovuto avere fine e che avrebbe dovuto portare alla distruzione di entrambe le razze. Infatti, Xara doveva fornire alle due parti, in momenti diversi, potenti armi tecnocrati e soprattutto il Fango pirico, così che nessuno si trovasse mai in reale vantaggio. Xara fece quello che Atrea gli aveva chiesto, assumendo l’identità della Signora Nera, segretamente convinta che alla fine, una volta annientato l’Erondàr, avrebbe potuto ricreare un nuovo mondo sulle macerie di quello nuovo, un mondo su cui si sarebbe imposta come regina. I piani di Atrea fallirono quando venne uccisa da Myrva, mentre Ian uccise Atrea.
Dragonero Xara.jpg

Xara a volto scoperto.

Attualmente Xara è l’unico grande amore che Ian Aranill abbia mai avuto. La sua scomparsa lo ha turbato profondamente e influenzato il suo carattere. Infatti, Ian ritenne che Xara si sarebbe potuta salvare se avesse dato meno ascolto alla sua ambizione, al suo spropositato desiderio di fare carriera, anche a costo di rischiare la vita e manipolare le persone. Per questa ragione, a Ian non interessò più molto fare carriera negli Incursori imperiali, in cui si trovava quando Xara scomparve nel laboratorio degli alchimisti, e ciò potrebbe aver influenzato il suo comportamento quando venne processato per gli eventi del Massacro della Quinta Luna. In tale processo infatti preferì rinunciare alla carica militare piuttosto che infangare il proprio onore[1][2][3][4].

Note Modifica

  1. Dragonero 1, Il sangue di drago, Sergio Bonelli Editore.
  2. Dragonero 2, Il segreto degli alchimisti, Sergio Bonelli Editore.
  3. Dragonero 3, Gli impuri, Sergio Bonelli Editore.
  4. Dragonero 4, La fortezza oscura, Sergio Bonelli Editore.

I Personaggi di Dragonero

Eroi

Ian Aranill - Gmor Burpen - Sera di Frondascura - Myrva Aranille - Alben

Alleati

Aithor Erondàr - Arpione - Arysa - Ayabar - Borge il Rosso - Briana - Darya Faerille - Elara Nomenille - Eliah - Eryana - Ewyan - Freya Maran - Gëzimtar - Herion Eukenill - Hur - Ige Ghenna - Jinza e Kyoden - Keyra - Khail Davenant - Klavert - Leheren - Loenia - Madama Leokinathia - Mahsēnā-Ādhēśa - Mimr - Morvana - Na' Weh - Nahim Erondàr - Radah' El Kremater - Raul Jarras - Rehka - Reykart - Roney - Sheda - Taisha - Vrill Ausofer - Vrlam Erondàr - Yannah - Yeraban Sarra - Yonhus - Zagor - Zhabèle

Nemici

Arianisha - Atrea - Caen - Dawin - Ecuba - Faccia d'osso - Jerom - Leario - Leto Jayss - Mose Devin - Nhugre - Oda - Oram Thais - Roogha - Saul Jeranas - Savyna - Xara - Zehfir

Ad blocker interference detected!


Wikia is a free-to-use site that makes money from advertising. We have a modified experience for viewers using ad blockers

Wikia is not accessible if you’ve made further modifications. Remove the custom ad blocker rule(s) and the page will load as expected.

Inoltre su FANDOM

Wiki casuale